Template Joomla scaricato da Joomlashow

Home Abbattere un albero
Notice

Abbattere un albero

PDF
Stampa
E-mail

Prima di tutto è necessario distinguere:

  • fra alberi protetti e non, perchè soltanto per l'abbattimento dei primi è obbligatorio avviare la procedura amministrativa
  • fra alberi in zona urbana e alberi in zona agricola (zona E). Per i primi l'ente competente è il Comune di riferimento, per i secondi la Comunità montana di riferimento

Inoltre ricordiamo che:

  • L’abete rosso (Picea excelsa), conosciuto come albero di Natale, non è più tutelato dalla legge
  • il noce comune (Juglans regia), l’ippocastano (Aesculus ippocastanum) e il cedro (tutte le specie) NON SONO PIÙ PROTETTI IN ZONA AGRICOLA

In zona agricola (zona E dei piani regolatori) si può comunque procedere ad abbattere alberi isolati il cui tronco, a petto d'uomo, abbia dimensioni inferiori a cm 40 di diametro o a cm 125 di circonferenza, senza necessità di autorizzazione; sono fatte salve le autorizzazioni necessarie nelle zone vincolate da un punto di vista ambientale (vedasi zone vincolate nei piani regolatori), nel qual caso l'autorizzazione e tutte le informazioni necessarie vanno richieste al Comune competente per territorio.

Per l’abbattimento e lo spostamento di alberi tutelati ai sensi della L.R. 28/2001 il cui tronco, a petto d'uomo, misuri oltre cm 40 di diametro e cm 125 di circonferenza,  è obbligatorio chiedere apposita autorizzazione all'Ente competente. L'Ente, tuttavia, potrà rilasciarla solo in presenza di almeno uno dei seguenti casi:

  • per evitare il danneggiamento di opere esistenti, sia pubbliche che private
  • per accertata compromissione dello stato vegetativo
  • per inderogabili esigenze di pubblica utilità o incolumità

Inoltre, gli alberi appartenenti alle specie tutelate ai sensi della L.R. 28/2001 - siano essi isolati, in filare, in piccoli gruppi puri o misti, e comunque non ricadenti nei boschi ai sensi dell’art. 5 della citata normativa - sono altresì oggetto di censimento da parte dell’Ente competente per territorio se presentano una o più delle seguenti peculiarità:

  • hanno rilevante interesse estetico-morfologico per età e portamento
  • sono parte essenziale e peculiare di un complesso paesaggistico tradizionale
  • ricadono in aree pubbliche e private quali spazi urbani, luoghi di culto ed aree adibite ai fini ricreativi, turistici e per il tempo libero

Il censimento è approvato dalla Giunta regionale, che ne cura l’aggiornamento in collaborazione con gli enti competenti per territorio sulla base dei criteri e delle modalità indicate.

Infine, gli alberi che presentano un rilevante e peculiare interesse, in relazione al loro valore culturale, storico, estetico, paesistico, scientifico e monumentale, indipendentemente dall'appartenenza alle specie tutelate di cui al comma 1, sono indicati in specifico elenco istituito dalla Giunta regionale.

Per l'abbattimento degli alberi censiti o indicati nello specifico elenco istituito dalla Giunta regionale (come sopra precisati) va obbligatoriamente richiesta apposita autorizzazione all'Ente competente per territorio; questo, tuttavia può rilasciare l'autorizzazione esclusivamente per inderogabili esigenze di pubblica utilità o incolumità.

In allegato il file con il testo della L.R. 28/2001(in formato pdf - 102,0 kb)

In allegato il file con il testo del Regolamento regionale 7/2002 di attuazione della L.R. 28/2001 (in formato pdf - 852,0 kb)

La modulistica per la richiesta di abbattimento delle specie tutelate ai sensi della L.R. 28/2001, siano esse piante secche o verdi, così come per la dichiarazione di pianta abbattuta per eventi atmosferici avversi, predisposta dal Servizio competente, sono a disposizione presso le sedi dell'Ente, lo Sportello del Cittadino di Spoleto, i Telecentri SIM della Comunità montana e la puoi scaricare facilmente da questa pagina e dalla pagina dei downloads.

 

Settore competente: Settore Agricoltura forestazione

  • Responsabile: Dott. Alvaro Paggi ( Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. )
  • Servizio competente: Servizio Ambiente e territorio
  • Dott.sa Luisella Mariani ( Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. )
  • P.A. Marina Craja ( Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. )
  • per comunicazioni telefoniche 0743214211

 

Nota Bene:

In conformità a quanto previsto dall’art. 125 della l.r. 8/2011 sulla semplificazione amministrativa, il parere della Comunità Montana non è più necessario nel caso l’utente abbia la necessità di abbattere piante e le specie arbustive radicate in zona diversa da quella agricola.

Il comma 4 dell’articolo 3 della legge regionale 19 novembre 2001, n. 28 (Testo unico regionale per le foreste) si deve oggi leggere:

"E' trasferito ai Comuni il rilascio dell'autorizzazione di cui alla lett. g) del comma 3, quando gli alberi e le specie erbacee ed arbustive ricadono nelle zone di tipo A, B, C, D ed F di cui al D.M. 2 aprile 1968 e nelle zone dove sono previsti insediamenti commerciali"

è stato, infatti, soppresso il punto relativo al parere di competenza degli Enti montani.

Conseguentemente gli Uffici della Comunità Montana in presenza di istanze dei Comuni inerenti la richiesta di parere ai fini dello abbattimento di piante tutelate ricadenti nelle zone di cui sopra non provvederanno ad evaderle essendo il parere soppresso.

Per quanto riguarda, invece, l’abbattimento o spostamento di piante tutelate radicate in zona agricola nulla è innovato e l’utente dovrà sempre presentare domanda rimanendo ferma la necessità della preventiva autorizzazione della Comunità Montana, ai sensi del tuttora vigente art. 13 della l.r. 28/2001.

Comunicato del Direttore per la soppressione del parere per abbattimento piante (formato .pdf, 40 Kb)

Parole chiave: alberi - flora - tutela - abbattimento
 

Tuber2008 - 3° Convegno Internazionale di Spoleto sul Tartufo

CM NetworkBiblioteca 'Montagne di Libri' Edicole sacre nel territorio della Comunità montana dei Monti Martani e del Serano Montagne Aperte - Portale cartografico della Comunità Montana dei Monti Martani, Serano e Subasio webGIS della Comunità Montana dei Monti Martani, Serano e Subasio rel. 1.0 il blog verde della Comunità Montana dei Monti Martani, Serano e Subasio Patriarchi verdi. Sulle tracce degli alberi antichi e leggendari nel territorio della Comunità Montana dei Monti Martani, Serano e SubasioCM NetworkLa bacheca delle RSU della Comunità Montana

CM Newsletter

CM Newsletter

News


Ricevi HTML?

Chi è online

 68 visitatori online
Copyright © 2017 Comunità montana dei Monti Martani, Serano e Subasio. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.