Template Joomla scaricato da Joomlashow

Home
Notice

IL SINDACO MARIUCCI RISPONDE alla lettera aperta del Consigliere dell’API del Comune di Spoleto

PDF
Stampa
E-mail

Non volevo rispondere alla lettera rivolta dalle cronaca on-line del Consigliere dell’API del Comune di Spoleto, ma mi sono sentito chiamato direttamente in causa dalla signora per avere attaccato la Mostra Mercato Nazionale del Tartufo la cui XXXI edizione è in corso di svolgimento.

La lettera pubblicata sulla stampa on-line mi ha ricordato la VIS POLEMICA che ha contraddistinto in passato alcuni aspetti della vita amministrativa della Città di Spoleto.

Ho riconosciuto la stessa VIS POLEMICA che ha provocato la creazione all’interno del territorio della Comunità Montana della Unica Unione di Comuni esistente in Umbria.

Non mi ha però stupito più di tanto dopo che la stessa Consigliere dell’API, già presidente della Comunità Montana dei Martani e del Serano, per alcuni anni e fino alla riforma Lorenzetti, avanzò la proposta di aderire alla Comunità Montana della Valnerina dopo aver presieduto quella di Spoleto quale esponente del PD di quella città e consigliere comunale. Complimenti per la coerenza Presidente!

Come Sindaco di Valtopina già componente della Giunta della Comunità Montana “Monte Subasio” ho il dovere di ringraziare il Presidente Nalli per quanto fatto con la nuova Comunità Montana da Lui diretta dal gennaio 2009 ad oggi.

Nalli ha raccolto, in esito all’accorpamento del 2009 (riforma Lorenzetti), una situazione finanziaria difficile che per molti mesi ha visto emergere delle situazioni di forte criticità che hanno richiesto una gestione prudente ed un lavoro amministrativo defatigante; lo ha fatto con spirito di abnegazione, con passione sacrificio e professionalità, consapevole di lavorare esclusivamente per l’interesse generale e non ricevendo indennità alcuna a causa dell’abolizione dei costi della politica disposta dalla riforma Lorenzetti.

Nonostante dette criticità, ereditate dalla Amministrazione della disciolta Comunità Montana di Spoleto, ha saputo gestire programmi e progetti di ampio respiro a vantaggio di tutto il territorio.

Mi riferisco agli interventi di valorizzazione dei Siti di Importanza Comunitaria, ai Fondi derivanti dal POR-FESR, dalla TAC 2, dal P.S.R. e dal Piat che hanno portato valore aggiunto alla Amministrazione della rinnovata Comunità Montana.

Ha recepito e gestito con risultato finanziamenti per la redazione del Piano di Gestione Ambientale di Area ed ha ottenuto insieme ad altri Comuni come Valtopina la Certificazione di Qualità del Sistema di Gestione Ambientale ISO 14001.

Utilizzando risorse P.S.R. la Comunità Montana gestisce l’iniziativa regionale di Frantoi Aperti per il terzo anno consecutivo che insieme alla Mostra del Tartufo costituisce un momento significativo della politica di valorizzazione dei prodotti tipici del territorio che la Comunità Montana ha saputo imbastire nel territorio di area vasta. La Mostra Mercato del Tartufo oggi grazie alla Comunità Montana costituisce un contenitore delle Eccellenze del mondo delle produzioni agricole che va oltre il contesto del Monte Subasio. Ognuno visitando la Mostra può avvicinare le aziende artigianali olearie, i salumifici, i caseifici i birrifici le cantine di tutto il territorio con particolare riferimento alla valle Spoletana.

La Comunità Montana di Nalli ha saputo imbastire rapporti istituzionali con tutti i Comuni, anche di segno partitico differente, per istituire una rete di collaborazioni che ha messo la Comunità Montana al servizio di tutti i Comuni ed i Comuni come partner importanti per la sopravvivenza stessa dell’Ente montano.

Prima di Nalli i comuni della Valle Umbra Sud ignoravano la Comunità Montana tanto da costituire un doppione istituzionale.

Oggi i Comuni, in primis Spoleto, assegnano servizi, lavori e funzioni dando un ruolo significativo alla Comunità Montana e tessendo una rete di collaborazioni istituzionali significativa ed efficiente.

Dopo anni di liti giudiziarie con Assisi Nalli ha siglato un accordo di collaborazione che segna una svolta epocale tra i due Enti e che vedrà l’Amministrazione Comunale prendere a brevissima scadenza la decisione di entrare a far parte della Comunità Montana.

La Comunità Montana ed il Comune di Valtopina organizzano insieme la Mostra Mercato del Tartufo da 31 anni. La Mostra è stata sempre la rassegna dei prodotti tipici ma è stata anche l’occasione per tirare le somme di una sperimentazione che è stata fatta da sempre in tutta la Regione con l’apporto intelligente dell’Università degli Studi di Perugia.

La sperimentazione non si fa solamente a Spoleto cara Presidente; importante è poi applicare al territorio la ricerca che non può rimanere fine a se stessa.

Per primi a Valtopina abbiamo saputo veicolare risorse per lo studio della valorizzazione del Tartufo che ha visto come momento principale la realizzazione del Centro per la lavorazione e conservazione del tartufo; insieme alla Comunità Montana 4 Comuni del territorio (con Valtopina) avevano costituito una società per la sperimentazione di tecniche di conservazione, di coltivazione ed anche di commercializzazione. Il Subasio e Valtopina sono stati da sempre terreno di sperimentazione, di coltivazione e di raccolta di tutte le principali specie di tartufo avendo centinaia di ettari a vocazione tartuficola.

La consegna degli Atti del 3° congresso Internazionale del Tartufo ha avuto riteniamo un contenitore di eccellenza nell’ambito della XXXI^ Mostra Mercato del Tartufo in corso di svolgimento.

La Presidente Campagnani ha forse dimenticato di dire che la sua Comunità Montana pur raccogliendo nell’ambito delle quote di iscrizione dei numerosissimo congressisti la parte riferita alla stampa degli atti del Congresso del Novembre 2008 non ha lasciato un quattrino finalizzato a questo.

E’ grazie al Presidente Nalli ed alla Comunità Montana riformata che si è potuto acquisire le necessarie risorse e redigere sia su carta che su DVD gli atti dello interessantissimo 3° Congresso Internazionale osservando finalmente gli impegni presi nei confronti dei congressisti.

All’interno della XXXI Mostra Mercato del Tartufo il Professor Bencivenga ha accolto con favore l’iniziativa di presentare gli atti innanzi alle maggiori autorità regionali e locali ed alla presenza di relatori e professionisti del Tartufo.

Per quanto riguarda la durata in carica del Presidente Nalli, alla luce dei risultati, mi auguro che prosegua a lungo.

Nalli per Statuto è Presidente in carica fino a quando non verrà sostituito. In una fase di transitorietà assoluta dovuta alla incombente controriforma regionale appare un nonsenso aprire una fase finalizzata alla sua sostituzione. Anche nell’ambito della rappresentanza territoriale di Trevi esiste una recente decisione del Ministero dell’Interno che proroga l’efficacia delle rappresentanze democraticamente elette in quel Comune nonostante l’annullamento delle elezioni ed il Commissariamento.

Tralascio ogni ulteriore commento che ritengo superfluo ma probabilmente la Campagnani avrebbe fatto meglio a tacere evitando di gettare fango su una gestione della Comunità Montana di alto profilo che ha saputo mettere in campo il Presidente Nalli dando un taglio netto rispetto alla gestione precedente di cui risentiamo ancora oggi gli effetti negativi.

Mariucci Giuseppe, Sindaco di Valtopina

 

Tuber2008 - 3° Convegno Internazionale di Spoleto sul Tartufo

CM NetworkBiblioteca 'Montagne di Libri' Edicole sacre nel territorio della Comunità montana dei Monti Martani e del Serano Montagne Aperte il blog verde della Comunità Montana dei Monti Martani, Serano e Subasio Patriarchi verdi. Sulle tracce degli alberi antichi e leggendari nel territorio della Comunità Montana dei Monti Martani, Serano e SubasioCM NetworkLa bacheca delle RSU della Comunità Montana

CM Newsletter

CM Newsletter

News


Ricevi HTML?

Chi è online

 220 visitatori online
Copyright © 2019 Comunità montana dei Monti Martani, Serano e Subasio. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.